21. Settembre 2017

Pubblicate le Linee guida CAM Atecap-Icmq

L’evento di presentazione ufficiale delle Linee guida si e’ tenuto a Ferrara lo scorso 20 settembre, nella cornice di Inertia, la manifestazione dedicata agli appalti verdi e agli aggregati riciclati. La presenza di Sergio Saporetti del Ministero dell’Ambiente, oltre ai rappresentanti dell’Atecap e dell’Icmq, ha consentito di attivare un interessante confronto su temi piu’ generali, partendo dallo spunto dei CAM.

Parlare di CAM significa, infatti, parlare di sostenibilità ambientale, un concetto praticamente insito nel settore del calcestruzzo preconfezionato. Chi fa parte dell’Atecap sa che fare impresa significa assumersi la responsabilita’ delle proprie attivita’ sull’intero processo costruttivo e sulle opere realizzate quali soluzioni ad esigenze reali che devono migliorare la vita delle persone che le utilizzano. Questo e’ anche uno dei principi dello sviluppo sostenibile, che come noto riguarda valori ambientali, economici e sociali che si traducono, nell’ambito della nuova edilizia, nella ricerca di materiali naturali e salubri, aggregati provenienti dal riciclo, sistemi innovativi. Il calcestruzzo, nel suo intero ciclo di vita, e’ il prodotto da costruzione che piu’ di altri soddisfa appieno tali caratteristiche, ha tutte le chiavi per ridurre l’impatto sull’ambiente contenendo l’estrazione di materiali, aumentando il riciclo e le innovazioni creando lavoro e opportunita’ per le imprese. I produttori di calcestruzzo hanno ben chiaro che il settore delle costruzioni rappresenta, di fatto, la vera frontiera della green economy e che il loro materiale giochera’ sempre piu’ nel futuro un ruolo fondamentale nella rivoluzione dell’economia circolare. 
Pertanto la redazione dei Criteri Ambientali Minimi per l’Edilizia non puo’ che essere stata accolta con favore, anche nell’ottica di far conoscere a progettisti e committenze pubbliche le qualità del materiale da costruzione piu’ utilizzato al mondo.
Fra i CAM Edilizia ve ne sono diversi che orientano le scelte progettuali ed esecutive nelle opere pubbliche verso materiali sostenibili soprattutto a seguito dell’emanazione del nuovo Codice degli Appalti Pubblici che, come noto, ha reso obbligatoria l’applicazione dei CAM. Cio’ va a vantaggio del calcestruzzo che ha fra i suoi punti di forza in termini di sostenibilita’ il fatto di poter essere prodotto con materie riciclate, di poter a sua volta essere completamente riciclato a fine vita, di possedere una elevata massa termica. In piu’, fra i criteri premianti di carattere generale, c’e’ la ridotta distanza di approvvigionamento delle materie prime, che ben si sposa con il carattere locale del calcestruzzo.
Le Linee guida rientrano in un piu’ ampio programma di iniziative che l’Associazione ha messo in campo per supportare i propri soci nell’affrontare la nuova normativa che richiede non solo di adeguarsi ai criteri ambientali ma anche di dotarsi di idonei strumenti per dimostrarne il rispetto. L’azione dell’Atecap in questo senso ha preso avvio gia’ prima della pubblicazione del decreto con la partecipazione al gruppo di lavoro presso il Ministero per far sì che i criteri fossero compatibili con la realtà produttiva.
In considerazione del ruolo che la disciplina sui CAM attribuisce alla certificazione si e’ instaurata la collaborazione con l’Icmq. I metodi per dimostrare il rispetto dei requisiti presuppongono, infatti, l’intervento di un organismo di certificazione.
In particolare il Quaderno fornisce ai produttori di calcestruzzo le linee guida per una corretta interpretazione dei numerosi requisiti introdotti dal decreto sui CAM ed approfondisce sia i criteri che direttamente o indirettamente interessano il calcestruzzo che i rispettivi metodi di attestazione.
Per aiutare il produttore a rispondere ai CAM il Quaderno e’ articolato in: un blocco principale la cui impostazione generale segue quella del Decreto; diverse Appendici che, per ogni requisito individuato, descrivono gli strumenti tecnico-operativi necessari a soddisfarlo. 
Gli uffici Atecap sono a disposizione per maggiori informazioni.
Scarica il quaderno con le linee guida: http://www.atecap.it/download/quaderno_atecap_CAM.pdf

Ufficio Stampa

Italcementi
Via Stezzano, 87
24126 Bergamo BG
Italia